info olivi 060620

Fenologia: si è in fioritura con oltre il 90% dei fiori aperti; tuttavia, secondo le condizioni climatiche delle diverse località, ci sono ancora oliveti con sub-fasi d’inizio fioritura mentre negli oliveti meglio esposti e con varietà precoci si è a caduta petali. Nell’alta collina della Lessinia, veronese e vicentina, e nella valli del trevigiano, la fioritura è più rallentata, per le temperature inferiori e per i maggiori sbalzi termici tra il giorno e la notte.

Situazione fitosanitaria
Tignola dell’olivo (Prays oleae): aumento del volo di adulti, in alcune zone anche con importanti catture; al momento non si consigliano interventi. Se si dovesse accertare la necessità di intervenire, utilizzare Bacillus thuringiensis, che colpisce le larve in nutrizione sui fiori.

Cocciniglia mezzo grano di pepe (Saissetia oleae): fase di deposizione delle uova da parte delle femmine di Cocciniglia mezzo grano di pepe; sono visibili e di colore rosato sollevandone lo scudetto, con schiuse che si stimano del 20%. Si rimanda ai prossimi bollettini l’aggiornamento sulla dinamica di sviluppo e le indicazioni per eventuali interventi di difesa.

Cecidomide o Rogna delle foglie dell’olivo (Dasineura Oleae): si segnala la presenza di larve di questo fitofago che, attaccando le foglie, ne provoca la formazione di galle. Non va attuato alcun intervento fitosanitario.

Cimice Asiatica (Halyomorpha halys): continua l’attività di accoppiamento, sono visibili le ovature sulla pagina inferiore delle foglie.

Occhio di pavone (Spilocaea oleaginea): le infezione di Occhio di Pavone sono presenti su tutti i territori olivicoli, anche con livelli molto elevati, favorite dalle condizioni climatiche di elevata umidità e temperature miti. Al momento non va attuato alcun intervento fitosanitario: è necessario attendere la fine completa della fioritura. I successivi trattamenti per contrastarlo, trattandosi di infezione, dovran essere rameici.

Disseccamenti della chioma
Nel caso si evidenziassero disseccamenti fogliari anomali, o di interi rametti, o branche, anche in singole piante, si consiglia di contattarci per una valutazione del caso e, eventualmente, un prelievo di materiale da sottoporre ad analisi.

cordiali saluti

FRANTOIO BALLARINI